Header della pagina
Corpo della pagina
Borse di studio studenti universitari. Mozione del PD per adeguare gli importi al costo della vita e garantire il pieno diritto allo studio
 
Articolo esploso
giovani1

Tutelare il diritto allo studio e garantire la parità di accesso alla formazione universitaria, eliminando le disuguaglianze economiche. Il Partito Democratico si schiera dalla parte degli studenti universitari con una mozione presentata dal gruppo in Consiglio regionale, che impegna il Presidente della Regione e la Giunta ad assumere ogni iniziativa volta ad aumentare gli importi minimi delle borse di studio, in conformità all’ultimo Decreto Ministeriale di aggiornamento, il n. 335 del 29 maggio 2017, partendo da un’indagine sui costi del mantenimento agli studi nelle nostre città.

“Gli importi attuali delle borse di studio non sono sufficienti ad assicurare l’accesso all’università da parte dei giovani meno abbienti – dichiara il segretario Cucca – perché non adeguati rispetto al costo della vita, e alla pesante crisi economica che ha colpito molte famiglie, oggi impossibilitate a garantire la formazione universitaria ai propri figli. Un aumento delle borse di studio può, dunque, generare effetti positivi anche nelle iscrizioni ai corsi universitari, poiché gli elevati costi, specie per gli studenti fuori sede, sono uno dei fattori di maggiore scoraggiamento.”

“Se vogliamo investire nel futuro dei nostri giovani – conclude il segretario – dobbiamo assicurare loro i mezzi per rendere effettivo l’esercizio del diritto allo studio, oggi non adeguatamente tutelato.”

 

Cagliari, 29 agosto 2017

Partecipa