Header della pagina
Corpo della pagina
Laboratorio Sardegna, la gestione integrata dei rifiuti (VIDEO)
 
Articolo esploso

Si è svolta sabato 20 giugno a Milis, una nuova tappa di “Laboratorio Sardegna”, il percorso programmatico del Pd sardo sulle riforme per l’Isola. Alle ore 11 presso Villa Perlis sono stati aperti i lavori dall’ex assessore regionale all’ambiente Cicito Morittu che ha illustrato il percorso svolto nella precedente legislatura di centrosinistra sulla realizzazione di un ambito ottimale, per arrivare poi ad una tariffa unica. Percorso interrotto durante la giunta Cappellacci ma che l’assessore regionale all’ambiente Donatella Spano ha detto di voler riprendere, apprezzando il percorso programmatico come occasione di confronto per tradurre in norme, i suggerimenti emersi dai tavoli tematici.

 ha illustrato le politiche di gestione dei rifiuti in Europa e in Italia basate sull’economia circolare che coinvolge i prodotti orientando ricerca, progettazione, innovazione, per prevenire la produzione di rifiuti, per ridurre sprechi e scarti aumentando durata e riparabilità. Il consigliere regionale Antonio Solinas ha parlato degli ultimi provvedimenti al vaglio del consiglio e delle proposte in campo, dalla realizzazione di un ambito ottimale sino all’adeguamento dell’impiantistica, per arrivare ad una gestione che abbia sempre meno bisogno di discariche e inceneritori e riesca ad arrivare al 5% di rifiuti non riciclati. Il segretario regionale del Pd Renato Soru ha parlato della sensbilità e dell’impegno del partito nei confronti di temi come l’ambiente e l’energia che costituiscono un patrimonio da saper utilizzare e tutelare, il documento sul piano energetico regionale è stato approvato dalla direzione dopo una giornata di studio e altri incontri territoriali, adesso sarà il piano dei rifiuti a nascere sulla base dei lavori fatti dai tavoli tematici e dalla sintesi che sarà presentata alla direzione regionale.

 

 

Vedi gli altri video
Partecipa