Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
5 hours ago
PD Sardegna

Hanno forzato le regole parlamentari per imporre una seduta fiume e votare, nottetempo e non alla luce del sole, un'autonomia differenziata senza paracadute. Una forzatura per potere ed interessi delle forze politiche della destra, l’autonomia ad uno, il premierato all’altra, la separazione delle carriere alla memoria del terzo.
Calderoli ha fatto il giocatore di poker, ha fatto buio senza vedere le carte perché non si sa, e questa notte lo ha ammesso, quanti soldi servono e a cosa toglierli. Intanto si prepara l’arma poi si vedranno i danni è la filosofia del Governo, che ha deciso di dividere il Paese con questa scelta spregiudicata. Pagheranno caro questa scelta, tutti gli italiani, anche i pochi che, apparentemente, potrebbero trarne un vantaggio e a maggior ragione ci rimetteranno i cittadini del Mezzogiorno e delle Isole che si vedranno ridurre ancora di più diritti e servizi rispetto alle regioni del centronord. Sanità, assistenza, scuola, ambiente non avranno le risorse necessarie in egual misura in ogni parte del territorio. Cresceranno le disuguaglianze, aumenterà la precarietà, si innescheranno nuovi conflitti sociali. Continueremo a dare battaglia in Parlamento per impedire l'approvazione definitiva delle altre riforme costituzionali e porteremo nelle piazze il disagio di quanti la vivranno sulla loro pelle. Se pensano di averci piegato sbagliano e di grosso, non ci fermeremo.

Silvio Lai
... Vedi altroVedi meno

Hanno forzato le regole parlamentari per imporre una seduta fiume e votare, nottetempo e non alla luce del sole, unautonomia differenziata senza paracadute. Una forzatura per potere ed interessi delle forze politiche della destra, l’autonomia ad uno, il premierato all’altra, la separazione delle carriere alla memoria del terzo. 
Calderoli ha fatto il giocatore di poker, ha fatto buio senza vedere le carte perché non si sa, e questa notte lo ha ammesso, quanti soldi servono e a cosa toglierli. Intanto si prepara l’arma poi si vedranno i danni è la filosofia del Governo, che ha  deciso di dividere il Paese con questa scelta spregiudicata. Pagheranno caro questa scelta, tutti gli italiani, anche i pochi che, apparentemente, potrebbero trarne un vantaggio e a maggior ragione ci rimetteranno i cittadini del Mezzogiorno e delle Isole che si vedranno ridurre ancora di più diritti e servizi rispetto alle regioni del centronord. Sanità, assistenza, scuola, ambiente non avranno le risorse necessarie in egual misura in ogni parte del territorio. Cresceranno le disuguaglianze, aumenterà la precarietà, si innescheranno nuovi conflitti sociali. Continueremo a dare battaglia in Parlamento per impedire lapprovazione definitiva delle altre riforme costituzionali e porteremo nelle piazze il disagio di quanti la vivranno sulla loro pelle. Se pensano di averci piegato sbagliano e di grosso, non ci fermeremo.

Silvio Lai
4 days ago
PD Sardegna

"Mi fa arrabbiare che l'unico leader donna al G7 limiti i diritti delle altre donne. È la scelta di una premier, non dell'Italia. Voglio scrivere un programma comune con le altre opposizioni. Perché ora l'alternativa è possibile. A Meloni dico che stiamo arrivando, e li fermeremo" - l'intervista della Segretaria Elly Schlein a la Repubblica . ... Vedi altroVedi meno

4 CommentiComment on Facebook

Ma basta

Bravaaa

E sti cazzi ….🤣🤣🤣

C’è molto da lavorare in Sardegna.questo è il delirante referendum, del Comune di Selargius…

Mi fa arrabbiare che lunico leader donna al G7 limiti i diritti delle altre donne. È la scelta di una premier, non dellItalia. Voglio scrivere un programma comune con le altre opposizioni. Perché ora lalternativa è possibile. A Meloni dico che stiamo arrivando, e li fermeremo - lintervista della Segretaria Elly Schlein  a la Repubblica .
4 days ago
PD Sardegna

I rappresentanti del Circolo PD Monserrato e delle liste che hanno sostenuto al primo turno Efisio Sanna hanno firmato l'apparentamento elettorale con la coalizione guidatValentina Picciaucciau .

Ora il centrosinistra monserratino si presenterà compatto e coeso al secondo turno.
... Vedi altroVedi meno

I rappresentanti del Circolo PD Monserrato  e delle liste che hanno sostenuto al primo turno Efisio Sanna  hanno firmato lapparentamento elettorale con la coalizione guidata da
Valentina Picciau .

Ora il centrosinistra monserratino si presenterà  compatto e coeso al secondo turno.
4 days ago
PD Sardegna

"Abbiamo voluto dimostrare coi fatti che è più importante il Noi, il progetto politico, che la difesa di una identità forte come quella del Partito Democratico che però non è autosufficiente.
Per noi l’importante è la regia.
Questo lo hanno capito benissimo anche gli elettori. In Sardegna alle Europee non siamo stati primi per un soffio. Siamo il primo partito alle comunali e alle regionali. A noi interessa la squadra."

Piero Comandini

www.cagliaripad.it/619314/comandini-il-pd-e-il-regista-del-centrosinistra/
... Vedi altroVedi meno

Abbiamo voluto dimostrare coi fatti che è più importante il Noi, il progetto politico, che la difesa di una identità forte come quella del Partito Democratico  che però non è autosufficiente. 
Per noi l’importante è la regia. 
Questo lo hanno capito benissimo anche gli elettori. In Sardegna alle Europee non siamo stati primi per un soffio. Siamo il primo partito alle comunali e alle regionali. A noi interessa la squadra.

Piero Comandini 

https://www.cagliaripad.it/619314/comandini-il-pd-e-il-regista-del-centrosinistra/
6 days ago
PD Sardegna

Cercare di nascondere quello che è successo ieri nell’aula della Camera è gravissimo.
È un tentativo di rimozione e di normalizzazione come quando si parla di guerra e non di aggressione, quando si mette sullo stesso piano aggressore e aggredito.
Si parla di disordini e rissa in aula per nascondere una aggressione di tanti contro uno solo, un’aggressione squadrista non è una rissa o un disordine.
Si cerca di far apparire tutto come normale: dal saluto romano in pubblico all’esibizione dei simboli della XMas in Parlamento.
Si cerca di assuefare l’opinione pubblica ad una rimozione del fascismo per ridurre l’importanza fondante dell’antifascismo nel nostro Paese. Non si riconoscono nella Costituzione antifascista e la cambiano per lesionarla, con il premierato e l’autonomia differenziata.
... Vedi altroVedi meno

2 CommentiComment on Facebook

Siete i primi a non riconoscere un aggressore da un aggredito e a non riconoscere nemmeno un genocidio, e poi vi stupite di cosa? Avete sostenuto la violenza in ogni forma e poi fate i puritani?! Ohibò.

... mi parit propriu chi in Italia nci sunt unu scantu de pessonas chi "Non creint a su santu bàsciu chi non bint su spantu"... m'apa a sballiai ma est diaici!

Cercare di nascondere quello che è successo ieri nell’aula della Camera è gravissimo.
È un tentativo di rimozione e di normalizzazione come quando si parla di guerra e non di aggressione, quando si mette sullo stesso piano aggressore e aggredito.
Si parla di disordini e rissa in aula per nascondere una aggressione di tanti contro uno solo, un’aggressione squadrista non è una rissa o un disordine. 
Si cerca di far apparire tutto come normale: dal saluto romano in pubblico all’esibizione dei simboli della XMas in Parlamento. 
Si cerca di assuefare l’opinione pubblica ad una rimozione del fascismo per ridurre l’importanza fondante dell’antifascismo nel nostro Paese. Non si riconoscono nella Costituzione antifascista e la cambiano per lesionarla, con il premierato e l’autonomia differenziata.
7 days ago
PD Sardegna

Cronaca di una giornata in Parlamento nell’era Meloni.
Prima un “stai zitta” rivolto alla capogruppo del PD poi negato perché rivolto alla vicina di banco, poi il gesto della XMas di un deputato della Lega che lo giustifica con X-Factor, poi il gesto dell’ombrello dai banchi della Lega verso il tricolore consegnato e rifiutato dal ministro, poi l’aggressione di un deputato ancora della Lega verso un altro deputato dell’opposizione, forse anche di un deputato di FDI, e la giustificazione dell’aggressione con l’accusa di simulazione da parte della vittima come in un campo di calcio con la Var. Se non fosse gravissimo quello che è successo oggi alla Camera, siamo alle prese con una maggioranza incapace di trattenere le proprie pulsioni squadriste e secessioniste che si giustifica come una banda di bambini presi con le dita nella marmellata.
Questo è il biglietto da visita del Governo italiano per il G7, una maggioranza squadrista e secessionista che si racconta di avere titolo a guidare il mondo civile. Non cosi!

Silvio Lai
... Vedi altroVedi meno

3 CommentiComment on Facebook

...Delinquenti a tutto campo.

Cultura fascista: menare

Atti di squadrismo fascista

Cronaca di una giornata in Parlamento nell’era Meloni. 
Prima un “stai zitta” rivolto alla capogruppo del PD poi negato perché rivolto alla vicina di banco, poi il gesto della XMas di un deputato della Lega che lo giustifica con X-Factor, poi il gesto dell’ombrello dai banchi della Lega verso il tricolore consegnato e rifiutato dal ministro, poi l’aggressione di un deputato ancora della Lega verso un altro deputato dell’opposizione, forse anche di un deputato di FDI, e la giustificazione dell’aggressione con l’accusa di simulazione da parte della vittima come in un campo di calcio con la Var. Se non fosse gravissimo quello che è successo oggi alla Camera, siamo alle prese con una maggioranza incapace di trattenere le proprie pulsioni squadriste e secessioniste che si giustifica come una banda di bambini presi con le dita nella marmellata.
Questo è il biglietto da visita del Governo italiano per il G7, una maggioranza squadrista e secessionista che si racconta di avere titolo a guidare il mondo civile. Non cosi!

Silvio Lai

Iscriviti alla newsletter

Consulta il bilancio

Clicca qui per esaminare il bilancio completo del 2022

Torna in alto